CORNAGLIA

Il Gruppo Cornaglia sviluppa soluzioni tecnologiche avanzate per il mondo dell’automotive, ponendosi tra le più importanti aziende italiane nel mercato dei componenti e fornendo i clienti più prestigiosi sul mercato mondiale. Nate nel 1916, le Officine Metallurgiche Cornaglia hanno iniziato l’attività operando nel settore dello stampaggio lamiera. La produzione si è ampliata negli anni con successo. Oggi comprende quattro grandi divisioni:

  • divisione sistemi scarico (Italia, Cortubi Valfenera, Cortubi Sud,  Cortubi Romania, Lumax – Cornaglia India, JBM-Cornaglia India, NGCOR Brasile)
  • divisione sistemi di aspirazione e componenti plastici (Cornaglia Villarbasse , Cornaglia Sud, Cor Filters, Cornaglia Poland, Cornaglia Turkey, Lumax Cornaglia India, ABCor Filters Canada, NGCOR Brasile);
  • divisione stampaggio metallo (Cornaglia Beinasco, Cornaglia Poland);
  • divisione filtrazione (Cor Filters e ABCOR Filters – Canada).

L’attività è concentrata essenzialmente sul mercato del primo equipaggiamento. Il mercato di riferimento è rappresentato dai principali costruttori europei di veicoli industriali, commerciali e autovetture.

Gestito dalla famiglia Cornaglia da quattro generazioni, il Gruppo continua a distinguersi per competitività, innovazione, progettazione, qualità del servizio con oltre 1000 dipendenti e una presenza ormai globale.

PER IL PROGETTO SATURNO

La partecipazione di Cornaglia riguarda essenzialmente:

WP4: cattura e conversione della CO2

WP5: integrazione on-board del sistema di conversione della CO2 e utilizzo dei biofuels

Sulla base di:

  • caratteristiche dei gas da trattare (Pressioni, Temperature, Composizione media, Portate);
  • caratteristiche geometrico-chimiche e meccaniche dei materiali di cattura della CO2;
  • condizioni di assorbimento/desorbimento della CO2;
  • tipi e caratteristiche dei sensori da installare sul sistema;
  • interfacce geometriche per i prototipi.

Cornaglia fornisce:

  • concept di sistemi integranti i materiali ricevuti dai partner, ottimizzati strutturalmente e fluidodinamicamente, facilmente apribili per ispezioni e con prese per sensori opportunamente predisposte;
  • analisi virtuali fluidodinamiche;
  • prototipi sia per i test stazionari che per quelli su veicolo.

RICHIEDI INFO