PROGETTO

Bioraffineria per la conversione dei rifiuti organici e della CO2 in biocarburanti, bio-fertilizzanti e biochemicals.

Due delle sfide da affrontare per rendere i territori urbani e le produzioni industriali sostenibili dal punto di vista ambientale, sono la cattura e conversione della CO2 in composti utili e la trasformazione dei rifiuti urbani in materie prime per l’agricoltura e l’industria.

La piattaforma SATURNO consente:

  • da un lato, la conversione dei rifiuti organici urbani in materie prime di utilizzo per diversi settori (chimica industriale e dei rifiuti, carburanti ed automotive, agricoltura, biochimica e biotecnologie industriali e cementifici);
  • dall’altro il recupero e la conversione della CO2 attraverso lo sviluppo, l’applicazione e la validazione di metodologie innovative.

La bioraffineria SATURNO rappresenta un esempio pratico di economia circolare a livello urbano grazie alla creazione di nuovi processi e nuovi prodotti, con particolare attenzione al recupero e riuso della CO2.

Il progetto prevede un’attività di validazione dell’intera filiera mediante la realizzazione di business plan e valutazioni di impatto ambientale e sociale, così da fornire una visione a 360° della “nuova economia”, inclusiva quindi di argomenti di natura economica e sociale. A questo verrà affiancata una attività di mappatura degli scarti produttivi per comprendere meglio, a livello regionale, quali siano i flussi di materia e gli scarti delle diverse filiere produttive alle quali il progetto SATURNO potrebbe offrire un esempio di replicabilità.

RICADUTE E IMPATTI

Il progetto SATURNO mira a sviluppare una filiera di bioeconomia circolare attraverso la creazione di nuovi processi e nuovi prodotti, con particolare attenzione al recupero e riuso della anidride carbonica.

Il progetto nasce all’interno di un territorio, il Piemonte, con la più alta concentrazione di bioraffinerie in Italia e mira a rafforzare tale sistema regionale attraverso l’interazione con altre reti territoriali e la creazione di alleanze specifiche che rafforzino la presenza e l’esportabilità in contesti nazionali ed europei.

Agricoltura, automotive, bioplastiche, ricerca scientifica e sviluppo tecnologico: questi sono alcuni dei settori toccati dal progetto, dove sviluppo e applicazione di nuovi processi e nuovi prodotti apriranno agli attori coinvolti nuove opportunità di business.

Un segmento centrale della green economy è rappresentato non solo dalla valorizzazione di rifiuti e sottoprodotti di diverse filiere per la generazione di energia, ma soprattutto dalla produzione di intermedi di processo e di nuovi prodotti.

Il progetto SATURNO mira, tra gli altri obiettivi, a ridurre le emissioni di anidride carbonica attraverso lo sviluppo e la validazione di differenti tecnologie di recupero e di riutilizzo, in linea con la nuova legislazione EU, il cui obiettivo è la riduzione del 30% delle emissioni di anidride carbonica per industrie quali automotive, edilizia e rifiuti.

ASSI DI SVILUPPO

RICHIEDI INFO